Copyright , pirateria e proprietà intellettuale…

Siamo nel 2016, tutti abbiamo internet, tutti abbiamo la tecnologia, ma fondamentalmente tutti abbiamo la pirateria… Non sottovalutate il grande potere della pirateria, la cultura è diventata gratis, possiamo scaricare libri, film e musica, grazie a questo ci sono state date opportunità che i nostri nonni molto spesso non potevano permettersi e dovevano rassegnarsi a vivere senza… La cultura è diventato un bene comune… Una simile opportunità non sarebbe da sprecare scaricando solo contenuti spazzatura e virali… E magari se smettessimo anche di rendere famose le persone stupide sarebbe fantastico…

Annunci

Una sola persona su cui puntare: voi stessi!

image

Quella che pubblico oggi è la foto della miaaaa… Pancia! No non sono incinto, è una pancia che va diminuendo…. Sapete quando si arriva a pesare più di 100 chili capita di sentire qualcosa, tipo difficoltà motorie anche nei gesti semplici come allacciare le scarpe, difficoltà a stare in piedi per tanto tempo, meno sicurezza di se, soprattutto quando fai un passo e il grasso balla tutto sotto quella maglietta che quando l’hai comprata ti stava larga e ora sembra addirittura aderente, quindi decidi di correre ai ripari, e dici la prima frase stupida: domani non mangio, perfetto, non mangiare, dopodomani il tuo peso non sarà cambiato, avrai solamente più fame e ti farai una pizza con 3 piani di condimenti, risultato? Hai preso altri kg…. No il cambiamento deve partire da altro, cosa sbagliamo in tanti nel mangiare? Molto spesso davanti la tv non facciamo caso al fatto che mangiamo e ingurgitiamo senza assaporare ciò che stiamo mangiando,  e addio magia,  addio gusto, addio soldi,  perché il cibo non lo regalano purtroppo, cibo gratis se ne trova solo se si ha una coltivazione segreta di lattuga al parco pubblico, e un allevamento, un po più difficile da tenere segreto, ma questo è un argomento che tratteremo un altra volta! Mangiare masticando tante volte, questo si che fa la differenza! Più il cibo è genuino e più masticandolo ne viene fuori il sapore! Soprattutto quando i condimenti sono quelli giusti si mescolano, girano e rigirano sulle papille gustative fino a essere assaporati tutti contemporaneamente! Perché ricordiamolo, in bocca abbiamo una lingua che oltre a divertimenti di cui non tratto in questo blog serve proprio a gustare il cibo! Fate la prova, pizza e mortadella: masticata 2 o 3 volte e ingoiata o masticata 20, 30 volte: magia,  che sono questi gusti?  Olio, origano, impasto della pizza, e quel tocco più dolce è la mortadella!  Wow molto meglio immagino! Ma non è solo questo il cambiamento, la seconda frase che si dice è: da domani a correre! Perfetto e tu che hai un fisico che per mesi ha fatto solo la distanza letto – cucina al caldo tra l’altro dei riscaldamenti ti ritrovi a gattonare in preda ai crampi, 1 per la fatica di portare più di 100 kg, 2 per il freddo che porca miseria prende la mira e da certe schippettate ai tendini che poi neanche in un anno passeranno i dolori (si l’ho provato, non fatelo, fidatevi).
Quindi cosa fare? Io ho iniziato a fare allenamenti da ciò che ho trovato su youtube, una coppia di istruttori di ginnastica, marito e moglie che propongono un sacco di allenamenti, dai più semplici a quelli estremi, con stretching, che poi è la cosa più importante, e tutto, se avete voglia di cercarlo il canale è “fitnessblender.com” ma non sono qua per fargli pubblicità! Perché tutto questo? Per piacere alle ragazze? Perché vuole qualcuno? Per sfilare in costume quest’estate?  Assolutamente no, niente di tutto ciò, semplicemente perché voglio bene a me stesso, e io sono tutto ciò che ho, la persona che con amore o con odio mi accompagnerà per tutta la vita,  quindi meglio scegliere l’amore e darsi da fare, diamine, ho 24 anni, se continuo così le caviglie e le ginocchia non mi porteranno a 40, a 60 sarò su una sedia a rotelle e le pareti dello stomaco saranno logore! Quindi forza e coraggio, allementi, fatica sudore e sacrificio, e potrò vivere tranquillamente, senza dover rimpiangere niente, senza paura di mangiare una pizza una sera, e senza paura di ingrassare, certo, avessi avuto il metabolismo veloce sarebbe stato più bello, ma non vi accorgete del grande pregio del metabolismo lento? Una capacità fisica infinita: potete mangiare poco e correre per chilometri, se foste nati nell’antica Grecia sareste i guerrieri per eccellenza, siete l’euro 20 degli esseri umani, 800 km con un kg di lasagne! Non scherzo, ho ricoperto una forza incredibile in me stesso, soprattutto quella di volontà!  Posto la foto anche se un po mi vergogno delle mie forme, ma sappiate che la scultura non è ancora completa, voglio farvela vedere ugualmente perché è facile a gioco finito dire: io ce l’ho fatta, quindi, io no, non ce l’ho fatta, ma non voglio lasciare proprio adesso anzi adesso c’è la parte più difficile psicologicamente,  quella in cui potrei dire “ma si oggi mi a buffo tanto smaltisco” senza pensare che mi potrei fare del male, sia chiaro, non rinuncerei mai a un piatto di lasagne, ma siccome sono fortunato, posso non fare bis e tris, tanto consumo poco! Proprio come quando si ha la macchina nuova e non si fa il pieno, tanto con 10 euro ci fai una settimana! Chiudo qua, presto o tardi vedremo anche la scultura completa, basta credere in se stessi, nelle proprie capacità e possibilità, e mai arrendersi! A presto! 🙂

image

E aggiorno: 13 febbraio!

20160213_102436

Notte di transizione, note di transizione…

Mi trovo in casa, chitarra in braccio, note a volontà, poca voglia di festeggiare un anno nuovo, tanta paura del futuro, tantissima voglia di viverlo e affrontarlo… 2016…. Già il numero non è niente male, 2 multipli del 4, e non suona neanche tanto cacofonico come suonavano prima il 2015 o il 2014, suona in maniera molto più dolce… Vorrei che fosse anche un anno più lento, ne avrei veramente bisogno… Devo dire che negli ultimi anni mi sono sempre trovato a correre, dietro a qualcuno, dietro a qualcosa, sempre una frenesia, senza fissa dimora, senza mai fermarmi per più di un ora a pensare a me, cosa che forse ho iniziato a fare in questi ultimi giorni del 2015… Ho messo un po tutto in pausa, non mi sembra normale, ma ho preso un paio di giorni per osservare ciò che ho intorno… Il mare, i tramonti, i paesaggi, le persone, le maschere che non comprendo, i dipinti, le strade… Quante cose mi sono sfuggite? Molte, non ho più fatto attenzione a niente, non ho fatto attenzione a chi sono io, ho soffocato i miei pensieri per tanto tempo, e mi viene difficile tirarli fuori adesso, però appena posso provo a farlo, mi piace scrivere, mette tutto in chiaro, è un po come parlare con una persona, la sola differenza è che non mi sento giudicato, perché tanto puoi tornare indietro, cancellare, e pensare nuovamente ciò che volevi dire, magari pensarlo anche per la prima volta nella maniera giusta ed essere meravigliati, un po’ dire “wow ben detto”… Ecco perché continuerò a farlo nel 2016… Diciamo che ora vorrei passare agli auguri per il nuovo anno…. A chi li devo fare questi auguri? Non ho nessuno in particolare a cui fare auguri in questo momento, a furia di correre mi sono trovato in un periodo della vita in cui non trovo molta gente intorno, sarò in testa, sarò indietro, avrò sbagliato strada, non lo so, magari sto passando per una scorciatoia, o magari allungo e quando avrò ripreso il percorso giusto capirò che magari ho fatto una strada più bella, dopotutto come nella corsa anche nella vita ciò che conta non è tanto la fatica quando si è soddisfatti della propria prestazione, degli ostacoli superati, e dei pensieri che si sono susseguiti dentro la nostra testa… Quindi auguro un buon 2016 un po’ a tutti… Lo auguro a chi ha voglia di lottare in questo nuovo anno, a chi ha voglia di mettersi in gioco, a chi pensa che ne valga la pena e a chi ha voglia di rialzarsi con coraggio, fregandosene delle conseguenze, chi ha voglia di combatterlo a muso duro, a chi ha smesso di combattere e raccoglie le forze, a chi non sa cosa vuole ma si impegna a cercare dentro di sé una risposta, a chi si circonda delle persone giuste… A chi vuole continuare a sognare… Vi auguro di prendere questo nuovo anno, e fargli vedere chi siete, anche perché poi non potrete tornare indietro e cambiarlo, quindi conviene agire sul momento… Buon 2016, e spero che siate soddisfatti pienamente di questo 2015… Mancano poche ore, siamo ancora nel 2015, quindi il mio consiglio è anche questo, se avete qualcosa che vorreste fare ma che avete paura che possa rovinare l’inizio del 2016 nel caso vi andasse male, perché non farlo nelle ultime ore del 2015? Tanto sta quasi finendo, non sarà un ultima azione a rovinarvelo no? Tanto poi stasera si brinda, al limite fate un paio di brindisi in più e non ci pensate neanche….

Perchè siamo tutti pazzi, e abbiamo paura dei pazzi…

Vi è mai capitato di vedere quei film ambientati in ex manicomi, o documentari in cui si narrano le storie di manicomi, fantasmi e cose del genere? Magari quelli in cui si vedono i muri completamente pieni di scritte pensieri strani, parole a caso, che fanno anche un po paura a vederli, a pensare che la dentro c’è stato qualcuno che ha passato tempo a scrivere quelle cose… Bene… E se noi non avessimo i nostri smartphone, i nostri pc, la nostra bacheca di facebook, il blog… Dove li scriveremmo i nostri pensieri? Su un diario? E se non avessimo neanche quello, neanche un foglio di carta, niente di niente… Bene… Ecco a voi i pazzi che fino a oggi non hanno scritto sui muri…..

Stile libero…

Chissà forse un giorno smetteremo di cercare di dare le colpe a qualcuno a colpi di link su facebook, smetteremo di maledire il passato e lo accetteremo, capendo che ciò che è stato ci ha resi ciò che siamo, che ciò che abbiamo detto e pensato non è stato sbagliato, semplicemente adatto al momento in cui lo abbiamo pensato…

Non rinnego niente del mio passato, poi è la vita a cambiarci, i momenti, le circostanze, l’età, la voglia di sognare, di cercare soddisfazione in noi stessi… Non commettendo l’errore di pensare di vivere una vita per per gli altri, vivendo la propria e basta, com’è giusto che sia, facendoci bastare, perché alla fine è solo con noi che dovremo passare i nostri giorni, sia quelli felici che i momenti di difficoltà…. Perché la vita funziona proprio così, anche quando diciamo di poter fare delle rinunce non è vero che le vogliamo fare, poi ci troveremo a fare i conti con noi stessi e a pensare “cosa sarebbe successo se avessi provato, se mi fossi lanciato, se mi fossi tuffato nella mia vita” non rimanendo su quel bordo, fermi immobili spaventati dall’acqua perché è profonda, se sappiamo nuotare dobbiamo solo credere in noi stessi, e non importa se nuotiamo lentamente o se andiamo veloci, scegliamo il nostro stile e nuotiamo, chi ci può fermare? Solo il nostro cervello può farci dire “non ce la faccio”, e se lo diciamo almeno avremo avuto la soddisfazione di sentire l’acqua sulla pelle, tra i capelli, di aver visto i nostri schizzi, di aver fatto la nostra parte…. Tornare indietro una volta arrivati sul bordo non ci avrebbe permesso di provare tutte le emozioni che si possono provare anche ad arrivare secondi, o per lo meno quelle che avremmo provato prima di ritirarci, il gioco vale la candela, e chi se ne fotte della cera sprecata se per un attimo ha brillato….

Wow!!!!!

Wow!!! Solo wow!!!! E’ questo che voglio dire… Ciò che la vita ci riserva è stupendo!!! Potrete chiedervi: Ma che avrà avuto di così speciale?
Esattamente niente, va tutto come sempre, la vita è sempre la stessa, ma sono felice di come sia… Viva la vida, dicono i coldplay, e come contraddirli?? Hanno perfettamente ragione! Anche quando succede qualcosa di brutto si può tornare ad apprezzarla, se succede qualcosa di bello tanto meglio!!! Dico a tutti solo una cosa… Siate felici di tutto ciò che avete, e sorridete anche nei momenti più difficili… Se si guarda tutto con un sorriso è tutto MOLTO più bello!!! Come faccio spesso voglio fare anche una dedica ai miei amici in quest’intervento… GRAZIE DI ESISTERE A TUTTI!!! 😀