Copyright , pirateria e proprietà intellettuale…

Siamo nel 2016, tutti abbiamo internet, tutti abbiamo la tecnologia, ma fondamentalmente tutti abbiamo la pirateria… Non sottovalutate il grande potere della pirateria, la cultura è diventata gratis, possiamo scaricare libri, film e musica, grazie a questo ci sono state date opportunità che i nostri nonni molto spesso non potevano permettersi e dovevano rassegnarsi a vivere senza… La cultura è diventato un bene comune… Una simile opportunità non sarebbe da sprecare scaricando solo contenuti spazzatura e virali… E magari se smettessimo anche di rendere famose le persone stupide sarebbe fantastico…

Annunci

Ti piace ciò che fai? Lasciali parlare!

wealthy_vibes_2016-02-13_01-27-34

Ci sarà sempre, qualsiasi cosa farai, chi ti dirà che sbagli, e allora? Tu fai ciò che ti piace o no? Lasciali parlare, loro non so cosa facciano, sicuramente nella vita l’unica vittoria che avranno sarà quella di aver parlato male di te, il loro più grande traguardo sarà quello di buttarti giù, nella vita non faranno mai un cazzo, spaleranno solo merda su chiunque fa qualcosa che gli piace, che segue le proprie passioni, perché loro non possono, non perché non se lo possono permettere finanziariamente, ma perché non hanno il carattere di sbatterci la testa, di sbagliare e di fallire per ricominciare, ma tu, che fai un sacco di cose che sono la tua passione insisti, sbaglia e ricomincia, prima o poi avrai il tuo momento di gloria, ma non perché sarai ricco e famoso, ma perché suonerai, reciterai, ballerai, o ti esibirai come avresti sempre voluto, per chi avresti voluto… Quelle persone sono esseri mediocri e non sanno fare altro, quella è la loro massima aspirazione nella vita, l’unica cosa che possono avere dalla loro vita di merda, loro saranno sempre nel loro paese a parlare male di altre persone che come te credono in ciò che fanno senza vergognarsene!

Regulae Absurdae

Ciao a tutti!!! 🙂 Non scrivo da tanto nel blog… Chissa perche ma questa pagina e quella che curo di meno ma che mi piace di piu… Forse perche questa e la pagina in cui non scrivo solo l’apparenza o quello che le persone si aspettano che io dica, ma sapendo che la leggono in pochi scrivo quello che penso veramente, il mio mondo, la mia vita, le mie trovate, le mie minchiate, le mie riflessioni… E oggi parlo della “regula absurda”… O meglio, delle “regulae absurdae”, al plurale…. Perche regole assurde? Cosa sono? Sono semplicemente quelle regole che ci atteniamo a seguire pur di non fare vedere alle persone come siamo veramente, perche forse crediamo che le persone ci vorrebbero in un determinato modo e non riusciamo a fare vedere che in realtà abbiamo solo una maschera “pirandelliana”… Naturalmente la prima cosa che vi potra venire in mente è la differenza tra il mio blog di msn e quello di facebook… infatti è esattamente questo quello che sto dicendo… Quella e una ,maschera, che pero non esterna per niente il mio lato rock n roll se non secondo uno schema uguale a migliaia di altri, mentre qua posso dire tutto quello che voglio, perche mentre scrivo sono io, non sto publicando cose gia scritte, ma le sto tirando fuori con catene e tenaglie pesanti tonnellate, che si trovano dentro di me ma non riescono a venire fuori… Si stanno srotolando ora, e stanno uscendo colori, forme, sensazioni, allegrie, lacrime, obiettivi, musica, idee… Insomma sta uscendo Ruben Frullo!!!! Un urlo di liberazione che deve sentirsi su tutti i pianeti dell’ universo!! Sara che quando una persona non riesce ad uscire fuori ricorre sempre a queste maschere, ma che  volete farci, dovete trovare il coraggio di dire cosa c’e che non va, e sarete piu liberi!!! proprio come sono io ora!! La vita e fatta per essere vissuta bene essendo se stessi, senno che vita è?? Uscite fuori dalla vostra mente, solo allora saprete cosa vuol dire non avere limiti…!! I limiti…. Potete stare truanquilli che una volta raggiunti ne avete gia uno superiore… E il gioco non finisce mai!!!

4° Trofeo circolo velico gela

Che dire? Questa volta non ho nessuna foto di coppe targhe o altro che si può vincere in una regata…. Perchè questa volta anche il mio nome è stato scritto tra i ritirati… Devo dire che non c’ero abituato ma ogni tanto succede… Questa volta ce la siamo vista brutta, troppo vento e il mio laser 2 non era in grado di stare dritto… La giornata era in cominciata bene, un bel vento che opreannunciava una bella regata, poi fermo completamente, e poi la bufera totale… Siamo partiti decisamente male, come da nostra abitudine ormai. Questa volta ci siamo ritrovati con il vento coperto da tutti… Dopo la prima metà della regata stavamo recuperando a vista d’occhio su tutti ma alla penultima boa non c’è stato verso di tenere la barca dritta…. Un onda più alta di noi ci ha buttato in acqua e a ogni raddrizzamento le vele bagnate e appesantite e il vento facevano cadere la barca dall’altra parte… Dopo un paio di tentativi la barca si è messa dritta ma dopo pochi metri un altra onda ci ha buttati di nuovo in acqua… Mio padre ha deciso allora di arrendersi ed è salito al sicuro sul gommone di sicurezza, mentre io ho provato a resistere, ma nel mio ultimo tentativo il gommone mi stava pure portando la barca sopra e per alcuni secondi non sono riuscito a prendere aria, cosa bruttissima quando si è presi dall’agitazione e si ha bisogno di ossigeno per i muscoli, con l’acqua che sembra scendere per la gola da sola… Senza forze ho deciso che era meglio salire sul gommone e ritirarci… A mio padre sono venute idee pazze tipo di lasciare la barca e andarcene ma ho insistito per trainarla in un modo o nell’altro, io al porto senza barca non ci sarei tornato… Non potevo abbandonare in mare la più bella e divertente passione che ho per nessun motivo al mondo… Poi è arrivato un ragazzo del circolo velico del kaukana che già l’anno scorso ha perso una barca da 10mila euro in un modo simile, e ha fatto di tutto per recuperare la mia e non farla finire come quella sua… Collaborando abbiamo tolto le vele e una volta readdrizzata la barca, facendo contrappeso per non farla andare di nuovo dall’altra perte. Cavalcando le onde che erano le uniche cose che ci spingevano dato che eravamo senza vele siamo arrivati in spiaggia… Porca miseria che odissea… I giornali siciliani ci hanno pure dedicato la prima pagina oggi… Ancora non ci credo a quello che è successo… Con il mare non si scherza(sempre)… Voglio dare i miei ringraziamenti a Nunzio(il ragazzo del kaukana) e anche agli aiuti sul gommone, che anche se c’è stato qualche errore sono stati molto utili, probabilemete sarebbe andata molto peggio senza di loro… Ormai con il laser 2 ci vediamo la prossima estate dato che dopo quest’avventura ci sono dei lavori da fare, almeno per l’inverno avrò a disposizione il laser 16… Non finisce quì… We’ re living on the edge!!!

Sulla rotta della torre…

Giorno 22 giugno 2008 si e svolta sulle acque del golfo di gela la prima regata velica della stagione estiva di quest’anno, riservata a derive catamarani e cabinati under e over 30 pd…

Io e mio padre naturalmente abbiamo partecipato, con il nostro laser 2, la nostra barca veloce e leggera, che ci fa temere a ogni cambio di direzione la scuffia, e che appena prende velocità anche con poco vento incomincia ad andare da sola e a planare sull’acqua… l’unica cosa che penso quando vedo l’acqua sotto di noi scorrere velocissima e: “wow”… Ma lasciando perdere le mie riflessioni sul mio bellissimo laser 2 torno alla regata… purtroppo la partenza non e stata delle migliori, infatti il via deve essere stato dato qualche secondo prima del dovuto, e ci siamo trovati un po’ attardati alla partenza, trovandoci dietro 3 tridenti, quelle derive che io non sopporto perché di 16 piedi, ma leggerissime, che guarda caso a gela usano tutti con vele modificate, in modo da renderle più veloci, svantaggiando il mio laser 2 sul quale abbiamo le vele originali, per poter partecipare alle regate serie… Ma comunque… dicevo, dietro 3 tridenti e un lare 1… I nostri primi bersagli sono stati un tridente e il laser, che abbiamo passato nel primo bordo, anche con un po’ di fortuna dato che non avevano visto la boa, e hanno ritardato il cambio di direzione… dopo ci rimanevano solo altri 2 tridenti… Uno l’abbiamo bruciato in velocità 😀 (orgoglio del mio laser 2), ma l’altro aveva preso troppo vantaggio al via, e anche se gli siamo arrivati molto vicini non l’abbiamo passato in tempo per il traguardo… Se ci ripenso… Se solo fosse stata 500 metri più lunga la regata avremmo fatto fuori pure loro… La prossima regata a gela e il 24 agosto, mi raccomando voglio tutti a mare a vederla, dato che vedere tante vele in mare dovrebbe essere uno spettacolo pure per le persone a riva… E’ uno sport troppo bello questo anzi non capisco come molti lo considerino noioso… Qualche volta fatevi un giro in barca con me con il vento forza 6 o 7, e vediamo dov’è la noia… diventa uno sport estremo… Buon vento e buon divertimento a tutti…